You are here

U17 Interzona a Napoli

Si spengono nel finale contro Benetton Treviso le speranze di qualificazione per le finali nazionali; dopo la sfida impossibile contro la Virtus Siena, candidata numero 1 al titolo Italiano, bella prova contro Ragusa; poi nelllo spareggio contro i veneti arriva una onorevole sconfitta in una gara comunque ben interpretata dai ragazzi.

leggate i tabellini e commenti alle partite

 

 

BENETTON TREVISO – TIBER ROMA 69-58
Parziali: 17-16; 22-16; 6-7 ; 24-19.

BENETTON TREVISO: Pellegrin, Pasin 5, Di Prampero 24, Polo 5, Cecchinato 5, Busetto, Battistel, Rossetto 10, Malbasa 7, Fornasier 10, Guida, Dioum 3. All. Galigani

US TIBER BASKET ROMA: Liberati, Dal Sasso 2, Algeri 13, Tammurello 2, Cipriani 9, Prati, Occhiuto 3, Ambrosi 11, Ridolfi 7, Spezzacatene, Pucci, Piccagli 11. All. Trabalza Ass. Gianni

MVP: Di Prampero

Quintetto Ideale : Algeri, Di Prampero, Cipriani, Rossetto, Fornasier

Arbotri: Fimiani di Avellino e Marino di Mercogliano.

Alla Tiber non riesce l’impresa di sconfiggere la Benetton Treviso, ma esce dal campo consapevole di aver giocato per 37’ un ottima partita giocando alla pari con i trevigiani. Negli ultimi tre minuti è uscita fuori la maggior esperienza e tranquillità dei ragazzi della Benetton soprattutto dalla linea dei tiri liberi.
I romani non hanno nulla da perdere da questo match e consapevoli di ciò iniziano la gara senza pressioni e con la giusta intensità soprattutto in difesa dove fanno la differenza con la loro aggressività sui portatori di palla avversari.

I trevigiani infatti non riescono a muovere la palla come vorrebbero e di conseguenza riescono anche a segnare di meno con la partita che resta in perfetto equilibrio fino ai primi minuti del secondo quarto.

Da qui fino all’intervallo lungo comincia lo show di Di Prampero che con canestri e assist mette a referto il primo strappo del match portando la Benetton a +7. Divario che rimane costante per tutto il terzo quarto oscillando tra il +4 ed il +8.

Il copione della gara cambia radicalmente nell’ultimo quarto grazie alla caparbietà e la tenacia dei tiberini che, ritornano ad essere più che aggressiva in difesa, mandando completamente in tilt gli avversari e ricuciono tutto il distacco, -1 al 36’. A questo punto la tensione per la posta in palio è altissima e a farne le spese sono solo i romani che nei seguenti quattro minuti con zero punti su azione e soprattutto un orribile 0/6 dai liberi lasciano campo libero agli avversari che ringraziano e con un 8/8 dalla linea della carità e l’ennesimo canestro di Di Prampero chiudono alla grande la loro gara volando a +11.

Finali nazionali quindi centrate da Treviso ed un po’ di rammarico, condito con tanto orgoglio per quel che è stato fatto fino a questo momento, nelle file tiberine.

========000000000000===========

Si usa dire spesso “comunque vada sarà un successo” e nel caso dei ragazzi della Tiber è precisamente così; un’annata straordinaria per questa squadra, che oltre le piu’ rosee previsioni si è conquistato con pieno merito l’interzona di Napoli, dove ha fatto un’ottimo torneo; giocandosi nell’ultima gara la possibilità di raggiungere le finali Nazionali.
Un ringraziamento a tutti i giocatori da parte dello staff, Coach Trabalza, Coach Bob, i 2 dirigenti Fabio e Marco; staff che è felicissimo di aver supportato con grande passione questo gruppo di ragazzi, che forse non sono i campioni d’Italia, ma che sono dal punto di vista umano, veramente uno “special team”.
In ultimo un grazie ai numerosi genitori (coordinati dal capo ultras Roberto A.) che hanno seguito la squadra e un particolare ringraziamento al “cameram ufficiale” Raffaele, che per tutto l’anno ha ripreso le gare dei nostri boys

Coach Bob

———————————————————–

 

U/17 Tiber 66 – 65 Ragusa

Tiber: Liberati, Dal Sasso 7, Ambrosi 13,Algeri 14, Tammurello 2, Cipriani 10, Prati, Occhiuto 3, Ridolfi 8, Spezzacatene, Pucci, Piccagli 9.All.: Trabalza AAll.: Gianni

Ragusa: Gigenti, Cascione, Cassi, Momino. Caronna 12, Pace, Iurato 15, Pellegrino 4, Gianrusso 7,Salafia 5, Canzonieri 11, Emmollo10 All. N.. Gebbia

Arbitri: Borrelli G. e Napolitano B.

Grande prova della Tiber che inizia con grande concetrazione e si porta 11 a 4 in pochi minuti con una tripla di Piccagli e con Ambrosi e Dal Sasso che spingono contropiedi micidiali, il quarto si chiude sul 22 a 13 per i romani.
Il secondo quarto è piu’ equilibrato ma i tiberini vanno al riposo con 12 punti di vantaggio, con Camzonieri che tiene i siciliani in scia con un 5/5 dalla lunetta.
Nel terzo tempo Ragusa abbassa il quintetto e difende con una zona 1-3-1 che crea qualche problema ai ragazzi di Trabalza, che comunque mantengono 8 punti di vantaggio, grazie ai contropiedi di Algeri ed ad una bomba di Occhiuto.
L’ultimo quarto vede i ragazzi siciliani rosicchiare il divario, e con le triple di Cassi’ e Iurato agganciano i tiberi a 4′ dalla fine.
A questo punto la gara va avanti punto a punto e solo nell’ultimo minuto la Tiber prende 4 punti di vantaggio: nei 30″ sul 66 a 62 Iurato mette a segno 2 personali, i romani non realizzano in attacco e nell’ultima giocata Ragusa troc un fallo e Canzonieri deve tirare 2v personali.
Il primo viene realizzato, il secondo rimbalza sul ferro e Cipriani (40′ da grande combattente) svetta su tutti e aggunata il pallone della meritata vittoria Tiberina.
Coma al solito un’ottima difesa e un gioco corale in attacco ha permesso alla Tiber di aggiudicarsi una vittoria importante; ma la gara di domani contro Treviso sarà il vero spareggio per approdare al miraggio delle finali nazionali di Bologna.

Post Correlati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti