You are here

DNC Gold: Ricciardi Tripla-Doppia! Smit Ko

Roma 5 febbraio  Non esistono partite facili. Il dovuto rispetto nei confronti dell’avversario di turno, il fatto che non esistono le squadre materasso (ditemi voi se esistono squadre che vanno in campo per perdere), ed il momento tecnico della squadra, all’interno di una stagione, sono tutti elementi che devono essere nella mente di ogni coach. Il nostro (Marco Cilli, ndr), non solo è “sempre sul pezzo”, ma riesce a compattare dove c’è una scollatura dovuta agli infortuni, riuscendo sempre a motivare i propri giocatori con sapienza. La partita con la Smit era una di quelle del pacchetto facile, ma che se non affrontate con la dovuta concentrazione, sarebbe diventata immediatamente del pacchetto incubo. Le assenze di Napolitano, a cui si sono aggiunte anche quelle di Bertoldo, Valentini e Pasquinelli, e con Serrano in panchina giusto per fare presenza, complicavano anziché no tutto. Oltre alle capacità tattiche e tecchine che Coach Cilli ha in faretra, ci vuole anche una buona dose divinatoria, per pescare il “coniglio dal cilindro”. Che sia chiaro, tutto è semplificato se nel roster hai qualità e profondità. Ma andiamo con ordine. Le prime due frazioni sono oggettivamente bruttine. Del resto se togli i nomi già citati, è normale che certi equilibri saltino, a discapito del bel gioco. Le basse percentuali dal campo, certamente aggiungono pressione sulle spalle dei bluarancio. Tuttavia, la squadra concretizza piccoli vantaggi che tengono “in sicurezza” il risultato, con un margine oscillante tra i sette ed i dodici punti. Dopo l’intervallo, i ragazzi escono letteralmente dallo spogliatoio. Evidenti gli aggiustamenti proposti dallo Staff che riescono ad efficentare l’organizzazione, riuscendo a tirare fuori il carattere che è nel dna TIBER. Come sempre gli squilli di tromba in difesa, segnano la strada ed in attacco si vola sull’entusiasmo sull’asse Ricciardi-Ridolfi. E’ proprio il primo che si mette la squadra sulle spalle, sparandosi una tripla doppia (15pt, 14rt, 10ass), che affonda inesorabilmente le velleità ospiti. Resta solo da segnalare l’esordio per Paolo Barban in campionato (paste?, ndr). La TIBER tiene alta la pressione sulla zona tirrenica, tallonando ad una incollatura, pronti a cogliere ogni piccolo altrui cedimento. complimenti al nostro Ricciardi per la prestazione monster!

 

Ufficio Stampa US TIBER BASKET

 

 

Post Correlati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Vai alla barra degli strumenti